Hate
Speech

Beta

Espressioni di odio
basate sul genere

Identificare e classificare attraverso messaggi di WhatsApp

Un'iniziativa congiunta diUniversität Zürich / ETH Zürich
3639
66
336952

Di cosa si tratta?

Al momento le espressioni di odio nei nuovi media sono sulla bocca di tutte le persone, ma sono anche usate nella corrispondenza privata? È ciò che vorremmo scoprire attraverso dei messaggi di WhatsApp che ci sono stati messi a disposizione dalla popolazione.

È richiesto il Suo aiuto

Per raggiungere i nostri scopi La preghiamo della sua collaborazione. In una prima fase (identificazione) si tratta di esaminare il maggior numero di testi per quanto possibile e di cercare delle possibili espressioni di odio basate sul genere. Più numerose saranno le persone ad aiutarci e più in fretta la ricerca porterà a dei risultati. Affinché non tutti i 750'000 messaggi debbano essere letti, in una seconda fase cercheremo le espressioni di odio trovate anche nei messaggi non ancora letti. Così dovremmo arrivare a un numero considerevole di prove.

Da dove provengono i testi?

Le conversazioni di WhatsApp che sono oggetto di questa analisi ci sono state messe a disposizione dalla popolazione svizzera nel 2014.

This project supports Goal 5: Achieve gender equality and empower all women and girls, and in particular target 5.2 on eliminating all forms of violence against all women in the public sphere. The Sustainable Development Goals

section-newsletter-heading

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza sui nostri siti.